Stabilizzazioni CTD: importanti chiarimenti

A seguito delle richieste di chiarimento che ci sono pervenute è utile chiarire come verrà gestito il percorso delle assunzioni dei CTD previste nell’ambito delle Politiche Attive.

L’Azienda redigerà l’elenco dei precari che hanno prestato almeno 9 mesi di servizio dal 1 gennaio 2014 al 31 gennaio 2019 al fine di individuare i soggetti che potranno accedere all’applicativo.

Entro il corrente mese, la data ci verrà comunicata dall’azienda, attraverso il portale dedicato sarà possibile da parte degli interessati in possesso dei previsti requisiti verificare l’esattezza del proprio punteggio e della propria anzianità di servizio.

Percorso gestionale:

A) il lavoratore in possesso dei requisiti potrà indicare fino a tre province, tra tutte quelle disponibili, in ordine di preferenza;

B) pubblicate le graduatorie di tutte le province (graduatorie trasparenti) sceglie una delle tre province dove concorrere all’assunzione. Se non fa nessuna scelta viene considerata come richiesta la provincia indicata come prima nell’ordine di priorità.

C) se non opera la scelta delle tre province resta nel bacino dei potenziali stabilizzandi e può partecipare alle stabilizzazioni del secondo step.

D) Se viene convocato nella provincia prescelta (o nella prima in ordine di preferenza) e non si presenta o rinuncia all’assunzione viene escluso dalle stabilizzazioni presenti e future.

7 pensieri riguardo “Stabilizzazioni CTD: importanti chiarimenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *