SLP lavora per realizzare il CCNL di settore

La notizia diffusa ieri dai media relativa all’acquisizione della licenza di operatore postale da parte di società di Amazon Italia era da tempo nell’aria.

Dopo che l’Autorità di vigilanza del settore (AGCOM) aveva sanzionato le società italiane del colosso dell’E-Commerce alla fine dello scorso mese di luglio per carenza di autorizzazione all’esercizio del servizio postale, era prevedibile che le stesse sarebbero corse ai ripari chiedendo la necessaria documentazione al MISE.

Del resto le stesse società, direttamente o indirettamente, operavano da tempo nella lavorazione e nella consegna dei pacchi generati dagli ordini online.

Questa novità ripropone con forza la necessità di dare regole omogenee, anche nella gestione dei rapporti di lavoro, a tutti i soggetti, pubblici o privati, nazionali o multinazionali che operano in uno stesso mercato, per evitare fenomeni di concorrenza sleale e di conseguente dumping sociale.

SLP, forte delle proprie convinzioni ed elaborazioni maturate da molti anni, e con il pieno mandato ricevuto dai propri organismi (da ultimo il documento finale del Consiglio Generale di Firenze dello scorso mese di febbraio) è pronto ad affrontare questa importantissima sfida.

Servono alcune condizioni preliminari (prime tra tutte il consenso dei diversi soggetti sindacali e datoriali – Gruppo Poste, CNA ecc – già firmatari degli attuali CCNL applicati nel settore ed il mantenimenti nel nuovo perimetro contrattuale di tutte le attività di Poste) ed un percorso prudente che passi, ad esempio, per un Avviso Comune che preceda l’avvio della trattativa vera e propria. 

Serviranno inoltre, ma questo fa parte del merito e quindi di un eventuale prossimo futuro, contenuti normativi ed economici condivisibili e garanzie di mantenimento delle condizioni di miglior favore ove presenti.

SLP è fortemente impegnata in tal senso. Lavoriamo affinché il 2019 sia l’anno del CCNL di settore.

Cordiali saluti

LUCA BURGALASSI

SEGRETARIO GENERALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *