Politiche attive: aumentano le trasformazioni contrattuali

In data odierna è stata firmata unitariamente l’intesa relativa alla verifica delle azioni intraprese nella 1° tranche e l’avvio della 2° tranche delle Politiche Attive previste per il 2019.

Nonostante si trattasse di un incontro per analizzare esclusivamente lo stato di avanzamento di accordi già sottoscritti siamo riusciti ad ottenere un ulteriore aumento delle disponibilità previste per l’anno in corso.

Infatti a seguito di una forte presa di posizione da parte di tutto il tavolo sindacale relativamente alle carenze di personale, in particolar modo nel settore Mercato Privati con problemi seri di fruizione delle ferie e di gestione quotidiana degli UP, l’Azienda è stata costretta ad incrementare il numero delle conversioni e delle relative disponibilità nella mobilità nazionale, delle sportellizzazioni e delle assunzioni OSP part-time.

Si tratta di ulteriori 70 conversioni part-time/full-time (pari a 35 FTE) per un totale di 583, di ulteriori 50 sportellizzazioni per un totale di 200 e di ulteriori 100 assunzioni OSP part-time (50 FTE) per un totale di 200 (100 FTE). Sono state inoltre incrementate le disponibilità sulle mobilità MP nazionale di ulteriori 35 unità per un totale di 291,5.

Tutto questo non risolve i problemi di organico di Mercato Privati, divisione in grave difficoltà anche a seguito dei tanti esodi non ancora sostituiti, le cui criticità dovranno essere affrontate a breve attraverso l’avvio di un percorso relazionale specifico con l’Azienda.

Abbiamo inoltre chiesto di conoscere i dati complessivi relativi agli esodi suddivisi per regione e il numero complessivo dei part-time presenti in Azienda.

Entro il mese di novembre verrà attivato un apposito incontro per una prima analisi degli interventi di Politiche Attive da realizzare per la – prima tranche del 2020 – e sulle soluzioni possibili rispetto alle problematiche gestionali emerse nel corso della riunione.

Roma, 2 ottobre 2019

LE SEGRETERIE NAZIONALI