Milan: nuovo modulo e grandi emozioni

Lo scrivevo spesso nei miei post sui social network. Con il 4321 non si va da nessuna parte. Con Suso e Calhanoglu che portano palla per rientrare e tirare praticamente ad ogni azione, il povero Higuain restava sempre isolato in avanti e spesso si chiudevano le partite senza emozioni, senza creare pericoli. Oggi finalmente ho rivisto un bel Milan, emozionante ed aggressivo come piace a noi tifosi. E non fa nulla che a causa di due errori individuali in pochi minuti abbiamo subito due gol (chiusura debole di Calabria sul dribbling di Saponara e trappola del fuorigioco sbagliata da Musacchio su Quagliarella), con pazienza, abbiamo rimesso la palla a centrocampo ed abbiamo ricominciato a costruire e siamo riusciti a ribaltarla. Higuain finalmente sorridente, Cutrone uomo indispensabile e Suso che quando si ricorda che il calcio non è solo tiri ma anche assist diventa inarrestabile ed il gioco è fatto… Dopotutto il calcio è uno sport di semplice concezione, e con questi nuovi moduli fantasiosi che mortificano il centravanti nessun allenatore è mai riuscito a fare la propria fortuna…

Giuseppe Manfuso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *