Mercato Privati: riunione odierna

Si è appena conclusa la riunione Mercato Privati.
L’Azienda ha illustrato una serie di iniziative che tendono, con le dovute attenzioni relative alla tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori, a ripristinare gradualmente una condizione di normalità. Nel merito il sindacato ha preteso che l’Azienda formalizzi la propria volontà di ripristinare tutti gli Up evitando di ridurre in modo surrettizio il numero degli stessi. A crisi superata la capillarità delle rete dovrà essere la stessa ante Covid 19.
Si sono poi approfonditi aspetti relativi al settore commerciale nel cui ambito sono stati indicati nuovi metodi operativi per gli SSB e una ripresa graduale dell’attività per SCF e SCM, stante la scadenza dei tanti investimenti per molti clienti di Poste Italiane. Per gli SCM in particolare, al fine di evitare assembramenti nelle Filiali, l’Azienda vorrebbe adottare, sperimentalmente, l’orario a 6gg coerente con quello degli Up interessati. Si riprenderebbe con gradualità (al 40%) anche l’attività di ricognizione relativa alla conformità negli Up da parte di Gestione Operativa di Filiale. Riparte anche la fornitura delle macchinette rileva banconote false che era stata interrotta a causa della pandemia. Nelle more viene mantenuta la sospensione dei prelievi coatti.
Sulla notizia relativa ad un passaggio del settore Small Business di MP in MBPA, ci è stata confermata una indebita fuga di notizie. La materia infatti è ancora oggetto di approfondimento da parte Aziendale, ad esito del quale, saranno attivati specifici incontri. In ultimo la riunione sullo Smart working (lavoro agile) si terrà presumibilmente nella prossima settimana, ma ci è stata confermata la proroga dello stesso al 30 giugno, al netto di alcuni rientri per specifiche esigenze.
Al solito vi terremo informati sull’evoluzione del confronto.
Le Segreterie Nazionali