Incontro sul recapito del 13 febbraio

Come convenuto nei verbali sottoscritti in occasione del riconoscimento di ulteriori Linee Business e nel rispetto delle modalità previste dall’accordo del 8 febbraio 2018, al fine di garantire corrette Relazioni Industriali, l’Azienda a livello regionale riprenderà entro il mese corrente il confronto che ha come obiettivo il riequilibrio dei carichi di lavoro sulle Linee di Base dove risulta eccessivo il numero degli oggetti a firma riportato nel mod 44R, l’implementazione delle nuove Linee Business e la verifica delle criticità presenti nei CD implementati nel 2018, anche di ordine gestionale e operativo.

Riteniamo utile evidenziare alcune problematiche oggetto della riunione:

• definizione degli orari delle nuove linee business;

• garanzia sulla consegna dei nuovi mod 44 R delle Linee di Base riequilibrate;

• rideterminazione del numero delle consegne medie per i nuovi gruppi di business;

• verifica sulla operatività dell’Incaricato d’Area;

• dato relativo alle ore di prestazione straordinaria autorizzate nella giornata del sabato;

• verifica della reale presenza della Scorta al 110% (Linee di Base, Business, Mercato e dedicate) rispetto al fabbisogno previsto a livello provinciale;

• certezza sulla comunicazione che l’Azienda deve fornire sulla percentuale di Scorta presente in servizio a livello provinciale, nel corso del primo trimestre 2019;

• garanzia sulle sostituzioni in caso di assenza dei responsabili dei Centri di Recapito: Base, Standard, Superiore, Complesso e conseguente riconoscimento economico. Individuazione del personale incaricato per le sostituzioni;

• verifica del rispetto dell’orario di lavoro in ingresso e in uscita del personale assunto a T.D. e Indeterminato.

Abbiamo sollecitato l’Azienda per definire, in tempi brevi, una data per la convocazione dell’Osservatorio Nazionale sul Recapito. L’incontro si rende indispensabile per riprendere la discussione in merito alle problematiche rappresentate nel corso dei precedenti incontri che risultano a tutt’oggi irrisolte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *