Ferie Solidali: comunicato unitario

In data odierna è stata firmata l’intesa relativa alla cessione solidale delle Ferie già prevista dall’articolo 36 del CCNL in vigore. Si tratta di un accordo che fissa le modalità di cessione delle ferie a dipendenti che abbiano la necessità di prestare assistenza a figli minorenni con particolari gravi condizioni di salute debitamente certificate e dipendenti che siano impiegati o residenti presso Comuni colpiti da calamità naturali. Il tutto avverrà attraverso una Commissione Paritetica Nazionale che a partire da novembre redigerà un apposito regolamento e ne gestirà l’intera dinamica. I lavoratori interessati potranno fare richiesta due volte l’anno: nei mesi di febbraio e giugno. Contestualmente nei mesi di marzo e luglio i lavoratori che intendono esprimere la loro solidarietà potranno donare fino ad un massimo di 3 gg di ferie e 2 gg di permesso per festività soppresse quest’ultimi anche in forma oraria a frazioni di tre ore. Le ferie cedute verranno inserite in un apposito Fondo ferie e verranno erogate ai richiedenti in possesso dei requisiti fino ad un massimo di 15 gg per turno (30 gg totali all’anno). Questo limite potrà essere superato qualora il numero delle giornate cedute sia superiore alle richieste. In questo caso le giornate in eccedenza verranno suddivise per i richiedenti fino ad esaurimento delle stesse. Per il 2020 l’iniziativa è in fase sperimentale, anche per prendere confidenza con uno strumento che non è mai stato utilizzato in Poste Italiane e che, per la delicatezza della materia, necessita di grande attenzione e trasparenza. L’Azienda ha fornito una propria disponibilità ad avere un ruolo attivo, intervenendo su segnalazione della Commissione sia in termini sostanziali, che con apposite leve gestionali, riservandosi ulteriori interventi quando le dinamiche saranno implementate. Ci riteniamo soddisfatti in quanto, dopo mesi di trattativa, anche in Poste Italiane verrà finalmente attivato un percorso di solidarietà che potrà costituire un supporto importante per tante famiglie in difficoltà. Roma, 11 settembre 2019

LE SEGRETERIE NAZIONALI