Erogazione della buonuscita ai lavoratori postali usciti con “quota 100”

Per gli appartenenti alle amministrazioni pubbliche che aderiscono con risoluzione consensuale alla pensione anticipata, cd “quota 100”, si modificano i termini per il pagamento dell’indennità di buonuscita.

Di fatto il diritto al trattamento decorre, non già alla cessazione dal servizio, bensì alla data teorica di pensionamento previsto dalla Legge Fornero: vecchiaia o anticipata.

Abbiamo appreso che, da parte del Fondo Buonuscita anche Poste Italiane è considerata alla stregua delle pubbliche amministrazioni.

I lavoratori postali che aderiscono a quota 100, se tale impostazione venisse confermata, subirebbero una pesante dilazione nei tempi di liquidazione della Buonuscita rispetto agli attuali, che decorrono dalla data di cessazione dal servizio (non prima del 24° ed entro i 27° mese).

In merito, considerato che a nostro avviso Poste Italiane non dovrebbe essere considerata tra le pubbliche amministrazioni, abbiamo trasmesso al Fondo la richiesta di chiarimenti di seguito riportata.

 

“Spett.le Fondo Buonuscita Poste Italiane

Ci è stato segnalato come sul sito istituzionale “Buonuscitaposte.it”  tra le fonti normative vengano indicati anche gli articoli 23 e 24 del Decreto legge nr 4 del 28 gennaio 2019 (decreto che introduce la cosiddetta “quota 100”).

A tal proposito riteniamo necessario far presente che il citato articolo 23 si riferisce esclusivamente ai lavoratori di cui all’articolo 1 comma 2 del Decreto Lgs 30 marzo 2001 n. 165 (dipendenti delle amministrazioni pubbliche) nonché al personale degli Enti pubblici di ricerca; i lavoratori di Poste Italiane, come noto, non rientrano in nessuna delle due fattispecie.

Si chiede pertanto di sapere il motivo per cui il Decreto che introduce “quota 100” venga indicato sul sito istituzionale tra le fonti normative e soprattutto si chiede di conoscere dopo quanto tempo verrà erogata l’indennità di buonuscita ai lavoratori postali in pensione con quota 100.

Si resta in attesa di un cortese, ma urgente cenno di riscontro.

Roma, 6 Novembre 2019

Il Segretario Generale – Maurizio Campus”

5 pensieri riguardo “Erogazione della buonuscita ai lavoratori postali usciti con “quota 100”

  • Novembre 6, 2019 in 20:12
    Permalink

    Ben fatto.
    Bravi e grazie perché vi stiate interessando del problema.
    Teneteci informati.

    Risposta
  • Novembre 7, 2019 in 11:50
    Permalink

    In caso negativo bisognera adire le vie legali perche oltre al danno della mancata rivalutazione si aggiunge anche questa assurda illegalita

    Risposta
  • Novembre 7, 2019 in 12:24
    Permalink

    Rongrazio il collega Manfuso per l’intetessamento con l’augurio di ricevere una pronta risposta Graziahttp://www.giuseppemanfuso.it/erogazione-della-buonuscita-ai-lavoratori-postali-usciti-con-quota-100/

    Risposta
  • Novembre 7, 2019 in 15:50
    Permalink

    Scusami tanto sono uno di quelli andati via a luglio con quota 100, ma quando si parla di buonuscita intendiamo quella somma congelata fino al 1998?

    Risposta
  • Dicembre 8, 2019 in 09:12
    Permalink

    Mi chiedo come sarà per quegli ex colleghi che hanno già percepito la Buonuscita ed ora si attiveranno, raggiunto il requisio dei 62 anni, a presentare domanda per qupta100. Verrà negata loro la pensione? Oppure dovranno restituire la Buonuscita? Un bel pasticcio, indubbiamente

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *